Pubblicità e assurdità

Posted on Tuesday, August 29th, 2006 at 12:59, under mind soup. Tags: ,

Come si diceva in un post precedente, gli spot pubblicitari mirano a colpire quanto più possibile il proprio target (termine non casuale), con lo scopo sostanziale di creare un bisogno. Non conosco molto del mondo che sta dietro alla creazione degli spot pubblicitari, ma suppongo che, per ottenere tutto ciò in una trentina di secondi, sia necessario studiare attentamente cosa lo spot comunica (e soprattutto come).

Alcuni spot pubblicitari mostrano inventiva, originalità, a volte genio. Non è detto che siano gli spot migliori, tuttavia, dal mero punto di vista della creazione di un bisogno: magari uno spot più banale, con un jingle stupido ma ossessivo, avrebbe centrato il bersaglio con più successo.

Deve essere così, perchè non mi spiego altrimenti l’assurdità totale di alcuni spot, che probabilmente passa inosservata perchè ormai ci siamo abituati a guardare la pubblicità con il cervello in standby, senza prestare molta attenzione. Per quale assurdo motivo un primo piatto dovrebbe “fare compagnia”? Mi è capitato spesso di apprezzare un piatto di spaghetti, ma raramente ho avuto con lui conversazioni interessanti. Dovrei cominciare? :D

Se vi vengono in mente altri spot assurdi, commentateli qua sotto ;)

2 Responses to “Pubblicità e assurdità”

  1. SW Says:

    Beh c’è solo l’imbarazzo della scelta… mi viene in mente il più stupido, di qualche stagione fa… aveva a che fare con un tipo che metteva in bocca una gomma da masticare e i suoi capezzoli avevano una reazione alquanto particolare… lol

  2. Simbul Says:

    Oddio si, quella era proprio brutta tra l’altro :P
    Gli spot della LIDL a volte mi fanno morire, con la speaker che urla con enfasi palesemente esagerata le specifiche tecniche di oggetti assurdi… l’ultima è quella della pompa aspirante per acque chiare e fangose, millemila litri all’ora, guarnizioni in ceramica, filtri bayesiani e motore rotante con triplo scappellamento a destra :D