Sprout: la valanga dei flash widget?

Posted on Wednesday, January 30th, 2008 at 10:11, under tech. Tags:

Ho appena fatto un giro su Sprout e devo ammettere che sono rimasto abbastanza impressionato.

Partiamo dal principio: Sprout è un servizio che offre la possibilità di creare widget (o “sprouts”) in Flash attraverso un’interfaccia web, pubblicarle online e gestirle dopo la pubblicazione.

L’interfaccia web del builder è forse l’elemento più impressionante: praticamente una versione dell’editor Flash di Adobe estremamente semplificata e facile da usare (e anch’essa realizzata in Flash). Quasi tutti gli elementi che può essere interessante includere in una widget (calendario, player audio/video, slideshow…) sono già presenti come componenti: includerli è semplicemente questione di un drag-n-drop.

La pubblicazione non l’ho provata, ma sembra sia veramente semplice e lineare, con il supporto specifico per le più famose piattaforme di blogging e social networking.

Altro elemento di sicuro interesse è la possibilità di raccogliere statistiche sulle widget (quante volte sono state utilizzate, visualizzate, cliccate). Inoltre tutte le widget sparse per il web vengono aggiornate automaticamente quando si modifica l’originale.

Perché Sprout mi ha colpito così tanto? Dopotutto non permette di fare niente di più di quanto non si potesse realizzare già con Flash.
La chiave, secondo me, sta nella semplicità.
I video sul web si sono diffusi in maniera esplosiva da quando sono diventati facili da includere e visualizzare. L’onda lunga dei blog è iniziata con le piattaforme di supporto alla pubblicazione.

Se davvero Sprout manterrà le promesse di semplicità che questa beta sembra offrire, temo dovremo presto prepararci ad una valanga di widget in flash, che finiranno per infestare ogni angolo del Web 3.0 :D

One Response to “Sprout: la valanga dei flash widget?”

  1. SW Says:

    possibile.
    quando certi strumenti diventano di massa, consequenzialmente vanno anche nella mani “sbagliate”… del resto è successo così con le piattaforme blog e con lo stesso youtube (che ospita per l’80% un troiaio indecente).

    ps: controlla il bill dell’evolution… io sono seriamente tentato :P